Non Nobis Domine, Non Nobis, Sed Nomini Tuo Da Gloriam

Non Nobis Domine, Non Nobis, Sed Nomini Tuo Da Gloriam

mercoledì 24 maggio 2017

Il forziere dei Templari e l'albero di Nagasaki: una giornata di gioia e di pace nell'Agriturismo Monaci Templari

Alla presenza della rappresentante ufficiale dell'UNICEF, del Parroco di Seborga, dell'Assessore alla cultura e alla pubblica istruzione di Vallecrosia e della delegazione del V.E.O.S.P.S.S., 240 bambini hanno lanciato un messaggio di pace al mondo.


Ancora una volta l'Agriturismo Monaci Templari di Seborga, Grangia del V.E.O.S.P.S.S. è diventato protagonista con un'iniziativa che riempie i cuori di gioia e di speranza.
240 bambini hanno messo nel forziere dei Templari i loro messaggi di pace e poi i veri Templari del V.E.O.S.P.S.S. - Pauperes Commilitones Christi Templique Salomonis lo hanno seppellito.
Il forziere, che ora contiene un vero tesoro, perché fatto dai bambini, verrà disseppellito tra 5 anni, esattamente il 25 maggio 2022.
I bambini hanno poi piantato l'albero della pace, proveniente direttamente da Nagasaki.
Questi due gesti, simbolici, ma di grande impatto emotivo, hanno lanciato, grazie alla presenza dei bambini, un fortissimo messaggio di pace al mondo.
Molto toccante il discorso fatto dalla rappresentante ufficiale dell'UNICEF, Colomba Tirari, in una giornata dove il ricordo delle giovani vittime di Manchester era vivo e presente nei cuori di tutti.
Il parroco di Seborga, Don Apollinaire, ha infine benedetto i presenti.
Presente alla giornata anche l'Assessore alla cultura e alla pubblica istruzione del Comune di Vallecrosia, Monica Barra.
Fra Flavio Gorni e Sorella Emanuela Rebaudengo, membri dell'Ordine, hanno ancora una volta fatto centro: grazie a loro i presenti hanno vissuto una giornata di gioia e di pace.
Questa giornata ha voluto anche farci ricordare che i bambini sono il nostro futuro e che mai nessuno deve osare toccarli, perché essi sono il bene più prezioso dell'umanità.

La Redazione