Non Nobis Domine, Non Nobis, Sed Nomini Tuo Da Gloriam

Non Nobis Domine, Non Nobis, Sed Nomini Tuo Da Gloriam

lunedì 1 giugno 2015

FRA GIANNI BERRINO ELETTO CONSIGLIERE REGIONALE IN LIGURIA

Il Cavaliere del V.E.O.S.P.S.S. è stato il più votato nella lista di Fratelli d'Italia - Alleanza Nazionale, lista che sosteneva il neo-Presidente eletto Giovanni Toti.

Fra Gianni Berrino
Alla fine ce l'ha fatta.
Gianni Berrino, dopo essersi candidato a Sindaco di Sanremo (elezione persa con onore nei confronti dell'attuale Sindaco Alberto Biancheri), si è candidato al Consiglio Regionale della Liguria sempre nelle file di Fratelli d'Italia - Alleanza Nazionale.
Questa volta, però, i risultati sono stati ben diversi.
Gianni Berrino, avvocato sanremese di spicco e Cavaliere del Venerabilis  Equester Ordo sacri Principatus Sancti Sepulchri - V.E.O.S.P.S.S. è stato eletto Consigliere regionale in Liguria, risultando il più votato in assoluto dei candidati in Liguria del suo partito, il quale sosteneva la lista che ha visto trionfare il neo-Presidente Giovanni Toti.
Fra Gianni, che non nasconde la soddisfazione di essere l'unico sanremese eletto nel Consiglio regionale ed il più votato nel suo partito, ha detto " Spero di portare a Sanremo tutto quello che questa città non ha avuto negli ultimi dieci anni.
Ora mi concentrerò sullo sviluppo delle infrastrutture, del turismo, della floricoltura e della piccola-media impresa".
Fra Gianni Berrino
E, aggiungiamo noi, sicuramente Fra Gianni si adopererà per lo sviluppo della cultura, tema per lui sempre molto importante.
"Desidero fare al Fratello Gianni i miei più vivi complimenti, sia a titolo personale sia a nome dell'Ordine", ha commentato il Gran Priore dell'Ordine, Fra Riccardo Bonsi, il quale ha proseguito dicendo "Sono sicuro che sarà un grande Consigliere regionale in grado di attuare profondi cambiamenti per il bene della Liguria e il V.E.O.S.P.S.S. appoggerà il Fratello Gianni in ogni sua iniziativa propositiva, volta sempre al bene dei cittadini e per la salvaguardia dei diritti delle persone".

Allora non ci resta che dire: buon lavoro, Fra Gianni!

La Redazione 

Fra Gianni Berrino