Non Nobis Domine, Non Nobis, Sed Nomini Tuo Da Gloriam

Non Nobis Domine, Non Nobis, Sed Nomini Tuo Da Gloriam

mercoledì 3 giugno 2015

DALLE MEMORIE DI FRA SANDRO COPPOLA VINCIGUERRA: LA CORTE DEI MIRACOLI 3

Riceviamo e pubblichiamo una lettera del Gran Priore Vicario del V.E.O.S.P.S.S., Fra Sandro Coppola Vinciguerra.

LA CORTE DEI MIRACOLI 3

Fra Sandro Coppola Vinciguerra
"Far parte di un Ordine Cavalleresco Templare come il V.E.O.S.P.S.S., legittimo discendente della gloriosa Paupera Militia Christi, è essere estremamente duro ed impegnativo.
Non siamo acqua fresca né una conventicola, occorrono doti di fermezza, onestà, spirito di sacrificio ed umiltà. 
Ciononostante, tanti ci provano. 
Ora, in virtù di quanto sopra esposto, accade sovente nel nostro Ordine che su sei Cavalieri o Dame che entrano, tre vengano estromessi o si autoescludano.
La percentuale non e' casuale. 
Anche la fine che fanno i tre rientra nella norma: cercano di riciclarsi in gruppi pagliacceschi, a volte ottenendo in cambio titoli tanto altisonanti quanto ingannevoli, fanno qualche foto e qualche cena, ma quando arriva il conto cominciano a litigare fra loro. 
I poverelli non si rendono conto di essere solo "truppa pagante", il cui unico scopo e' soddisfare la famelicità di qualche improbabile "Gran Maestro", che di grande ha solo le fauci, o di qualche sedicente "Principe", che gestisce in realtà solo un gruppo di guitti.    
Ciò e' già accaduto ed accadrà sempre.
In compenso, noi siamo ecologici, perché non sprechiamo nulla: i nostri scarti vengono normalmente fagocitati dai maiali, che si ingrassano sempre di più, però ...........
Già, c'è un però, perché c'è sempre un macellaio che li osserva compiaciuto...............".

Fra Sandro Coppola Vinciguerra

La Redazione