Non Nobis Domine, Non Nobis, Sed Nomini Tuo Da Gloriam

Non Nobis Domine, Non Nobis, Sed Nomini Tuo Da Gloriam

sabato 4 aprile 2015

MASSACRO DI STUDENTI CRISTIANI IN KENYA: E' IN ATTO IL TENTATIVO DI ANNULLARE LA NOSTRA CIVILTA'

Ancora uno sfogo del Gran Priore del V.E.O.S.P.S.S., Fra Riccardo Bonsi, dopo l'efferato massacro di Cristiani in Kenya.

Massacro di Cristiani in Kenya (foto retenews24.it)

Pubblichiamo lo sfogo del Gran Priore del V.E.O.S.P.S.S., Fra Riccardo Bonsi, dopo il massacro di Cristiani in Kenya.

"3 Aprile 2015, Venerdì Santo, ore 5.30: alcuni terroristi di Al Shabaab, cellula jihadista somala appartenente al gruppo di Al-Qaeda,  fanno irruzione nel campus universitario di Garissa, località del Kenya orientale.
Il commando uccide due guardie di sorveglianza e si dirige verso i dormitori, armato di mitra.
Gli 815 studenti vengono radunati in aule e separati secondo la fede di appartenenza: i musulmani vengono liberati, i cristiani barbaramente trucidati o presi in ostaggio. 
Alcuni vengono anche decapitati.
Ancora un assurdo massacro di Cristiani in nome di non si capisce quale motivazione.
Ancora morti, ancora persone decapitate.
Qualunque siano le motivazioni che i terroristi adducono ogni volta, il risultato è sempre lo stesso: i Cristiani vengono massacrati.
Persone innocenti che hanno, come unica colpa, quella di credere in Gesù Cristo.
Di colpo, sembriamo tornati indietro di duemila anni, all'epoca in cui i Cristiani venivano perseguitati.
Fino a quando continueremo a sopportare, in nome di una stupida accoglienza e di un buonismo che ormai rasenta il ridicolo?
Fino a quando continueremo a porgere l'altra guancia?
Fino a quando saremo liberi?
Penso che ormai il vaso sia colmo: o si interviene ora e subito per fermare questa immondizia umana o si rischierà una vera guerra di religione.
Attendere ancora porterà solo ad un irrimediabile scontro frontale e allora si che milioni di innocenti potrebbero perire.
Perché questa attesa, perché questi tentennamenti?
A chi giova tutto questo?
E poi, perché questi esseri immondi se la prendono solo con noi Cristiani, gli unici ad accogliere a braccia aperte qualsiasi altra religione e qualsiasi profugo?
Noi siamo i più tolleranti e noi veniamo massacrati.
No, qualcosa non funziona.
Non si tratta solo di cellule terroristiche impazzite, dietro c'è ben altro, c'è un piano, strutturato e preparato meticolosamente da chissà quanti anni, per sottometterci se non, addirittura, per annientarci.
Lo ripeto e non mi stancherò mai di farlo: lo vogliamo capire che venderci a certi soggetti, cedere le nostre aziende, la nostra economia, vuol dire diventare loro schiavi?
Lo vogliamo capire che l'invasione dell'Europa è iniziata anni fa con l'arrivo dei profughi?
Lo vogliamo capire che è in atto il tentativo di annullare la nostra civiltà?
Solo se ci riapproprieremo di ciò che è nostro, della nostra identità, della nostra cultura, della nostra religione, potremo sopravvivere.
Basta con il voler giustificare ed accogliere ciò che è diverso da noi: rispettiamo gli altri, ma esigiamo, senza tentennamenti, che gli altri rispettino noi.
Questi terroristi sono bestie, è vero, ma come tutte le bestie, sono ammaestrati da qualcuno, da qualcuno che ha il potere, che ha il denaro, da qualcuno che ormai è già in casa nostra.
In nome di Dio, fermiamoli, prima che sia troppo tardi, prima che la Cristianità sia solo un ricordo.
Alcuni giorni fa ho avuto modo di dialogare con un religioso, una persona che è pienamente consapevole del momento tragico che stiamo vivendo.
Lui mi ha detto: morire da martire mi può anche stare bene, ma morire da minchione mai!
Noi siamo con lui, perché noi da minchioni non moriremo!"

La Redazione