Non Nobis Domine, Non Nobis, Sed Nomini Tuo Da Gloriam

Non Nobis Domine, Non Nobis, Sed Nomini Tuo Da Gloriam

sabato 21 maggio 2011

Il nuovo Sindaco di Seborga, Enrico Ilariuzzi, incontra il Gran Consiglio del V.E.O.S.P.S.S.

L'attività "diplomatica" del Venerabilis Equester Ordo Sacri Principatus Sancti Sepulchri - V.E.O.S.P.S.S. non conosce soste.

Il Gran Priore del V.E.O.S.P.S.S. con il
Sindaco di Seborga Enrico Ilariuzzi

Venerdì 20 maggio il Gran Consiglio dell'Ordine ha incontrato, presso la Sede generale in Seborga, il nuovo Sindaco di Seborga, Enrico Ilariuzzi.
Enrico Ilariuzzi, della Lista Civica Per Seborga, è stato eletto alle recenti elezioni comunali del 15 e 16 maggio con 121 voti (58,17%) rispetto agli altri due candidati.
L'incontro, molto cordiale, ha consentito ai presenti di complimentarsi con il Sindaco per la sua avvenuta elezione.
Il V.E.O.S.P.S.S. ed il Sindaco hanno stabilito una volontà reciproca di cooperazione, che si manifesterà in una serie di azioni sinergiche volte a creare nuove opportunità turistiche e lavorative in Seborga.
Inoltre, il V.E.O.S.P.S.S. ha espresso la volontà di cooperare con strutture fondamentali come la Pro Loco per far tornare Seborga ai fasti di un tempo.
Storia, cultura e divertimento sono le parole chiave che porteranno Seborga a rinascere.
In perfetta sintonia con il Sindaco Ilariuzzi, i Grand'Ufficiali del V.E.O.S.P.S.S. hanno dichiarato all'unisono che l'obiettivo principale dovrà essere quello di creare un turismo a "misura di famiglia". 
Da sinistra a destra: l'Inquirente Fra Gianfranco Guerra,
Il Ciambellano Fra Antonio Cao, Il Gran Priore
Fra Walter Barbero, Il Sindaco Enrico Ilariuzzi,
Il Segretario Generale Fra Riccardo Bonsi e la Gran
Dama Sorella Myriam Ferretti.

Il Gran Priore dell'Ordine, Fra Walter Barbero, ha poi consegnato al Sindaco Ilariuzzi un "Diploma di Benemeranza Honoris Causa" per la sua dedizione alle Istituzioni, sempre nel supremo interesse della città di Seborga.
Il ritorno dei Cavalieri Bianchi in Seborga, dopo un periodo di assenza, non poteva iniziare in modo migliore.

La Redazione