Non Nobis Domine, Non Nobis, Sed Nomini Tuo Da Gloriam

Non Nobis Domine, Non Nobis, Sed Nomini Tuo Da Gloriam

martedì 31 maggio 2011

Coerenza o incoerenza? Loggia o non Loggia?

Riportiamo qui di seguito una lettera pervenutaci dal Gran Priore del Venerabilis Equester Ordo Sacri Principatus Sancti Sepulchri - V.E.O.S.P.S.S., Fra Walter Barbero.

Egr. Sig. Direttore,

mi trovo ancora una volta a disturbarla, pregandola di pubblicare questa mia lettera.

Il 30 maggio 2011 su "La Gazzetta di Seborga" appariva un articolo, a firma del Sig. Alberto Romano, che enunciava una serie di considerazioni personali, intitolate "Precisazioni sul V.E.O.S.P.S.S.".
Mi dispiace molto dover nuovamente rispondere a quanto scritto nell'articolo, ma, evidentemente, certe persone hanno grossi problemi a capire o, forse molto più semplicemente, usano la loro presunta ignoranza per propri scopi personali.
Nella fattispecie, il Sig. Romano, persona che certo non brilla per coerenza (anzi lo si può tranquillamente definire un vero e proprio esempio di maestro di incoerenza), ha fatto un grande minestrone sul V.E.O.S.P.S.S.
Sperando di essere chiaro, una volta per tutte, e che mai più si debbano leggere, da parte di pseudo storici improvvisati, assurdità sul V.E.O.S.P.S.S., preciso quanto segue.
Dall'articolo del Sig. Romano sembrerebbe che solo il Principe di Seborga può essere Gran Priore dell'Ordine: nulla di più falso e assurdo!
Di 94 Gran Maestri (Gran Priori, dal 1611) del V.E.O.S.P.S.S. solo 15 sono stati contemporaneamente anche Principi di Seborga e precisamente:
> Come Chevaliers du Rocher de Sion/Chevaliers du Temple de Jerusalem (1099 - 1118): 1 Gran Maestro.
> Come Paupera Militia Christi (1118 - 1365): 29 Gran Maestri, di cui 3 anche Principi di Seborga.
> Come Venerabilis Ordo Sancti Sepulchri - V.O.S.S. (1365 - 1507): 23 Gran Maestri, di cui 6 anche Principi di Seborga.
> Come Ordo Sancti Sepulchri - O.S.S. (1507 - 1611) 14 Gran Maestri, di cui 2 anche Principi di Seborga.
> Come Venerabilis Equester Ordo Sacri Principatus Sancti Sepulchri - V.E.O.S.P.S.S. (1611 - 2011): 27 Gran Priori, di cui 4 anche Principi di Seborga.
Preciso che tali dati sono quasi totalmente estrapolati da testi scritti dal Fra Giorgio Carbone (ma il Sig. Romano cosa faceva quando ronzava attorno al Fra Giorgio Carbone? Perchè non ha occupato il suo tempo a studiare?).
Per quanto riguarda poi la totale assoluta incoerenza del Sig. Romano, mi preme ricordare (prossimamente lo faremo felice esibendo i documenti) che proprio il Sig. Romano, dopo la scomparsa del Gran Priore Fra Giorgio Carbone, è stato uno dei principali sostenitori e firmatari di una delibera dell'Ordine che ribadiva la propria sovranità e la assoluta indipendenza dal Principato di Seborga e dal suo Principe.
Domenica 22 maggio 2011 il Sig. Romano, alla faccia della coerenza, investiva (?!), in qualità di Vice Gran Priore del "suo personalissimo" V.E.O.S.P.S.S., il Sig. Marcello Menegatto, conferendogli il Titolo e grado di Gran Priore (?!?!): come dire che il vice-presidente di una società nomina il presidente!!!!!!
Desidero poi parlare del fatto Loggia o non Loggia?
Eh si, perchè il Sig. Alberto Romano, da buon "massone in sonno", come si era definito tempo fa su alcuni giornali, è talmente in sonno che nel 2005 si è premurato, insieme ad un altro Fratello massone, di registrare, a suo nome e a nome di tal Sig. Franco Cozzarelli, niente meno che il marchio del "GRANDE ORIENTE ITALIANO - Obbedienza di Piazza del Gesù", una Gran Loggia, di proprietà (?!?!?!) di Romano e Cozzarelli. 
Certo che come massone in sonno, il Sig. Romano deve avere sonni molto turbati, veri e propri incubi.
Nel nome della vera fratellanza massonica, è corso a registrare, a proprio nome, il marchio-simbolo di questa Gran Loggia! Che spirito di abnegazione e di altruismo!
Riflettendo su quanto accaduto domenica 22 maggio 2011, sorge spontanea una riflessione: il Sig. Marcello Menegatto viene investito Gran Priore di uno strano V.E.O.S.P.S.S. (non certo l'Ordine ufficiale, registrato oggi in forma associativa) da un maestro venerabile massone (propretario del marchio della Gran Loggia), alla presenza di altri fratelli massoni (pare che qualcuno dei presenti all'investitura ami frequentare i tempietti con le colonne, niente di particolare a confronto di qualcuno che frequenta la Might & Freedom, eseguendo vere e proprie egregori ................).
Mi auguro che tutti i partecipanti a quella assurda scenetta da avanspettacolo che si è consumata domenica 22 maggio, capiscano che il V.E.O.S.P.S.S. è una cosa seria, che agisce nella Legge e che nel rispetto della Legge intende proseguire il suo cammino.
A meno che................ non siano nati nuovi figli della vedova................ e allora: Loggia o non Loggia?

Ringraziandola per lo spazio concessomi, la saluto cordialmente.

Fra Walter Barbero
Gran Priore del V.E.O.S.P.S.S.

La Redazione

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------
In allegato: registrazione ufficiale del marchio GRANDE ORIENTE ITALIANO, tratto da http://www.uibm.eu/