Non Nobis Domine, Non Nobis, Sed Nomini Tuo Da Gloriam

Non Nobis Domine, Non Nobis, Sed Nomini Tuo Da Gloriam

giovedì 16 agosto 2018

I Templari del V.E.O.S.P.S.S. scrivono al Sindaco di Genova Bucci: “Solo la Fede in Dio può aiutarci a superare una prova così difficile”

In una lettera ufficiale, il cordoglio per la città di Genova e la partecipazione al dolore per le vittime.

In data 14 agosto 2018 il Gran Priore del V.E.O.S.P.S.S. - Pauperes Commilitones Christi Templique Salomonis, Fra Riccardo Bonsi, ha inviato una lettera ufficiale al Sindaco della Città di Genova, Marco Bucci.
Nella lettera si legge: “Ill.mo Sig. Sindaco, a nome dell’Istituzione laico-monastica che mi onoro di dirigere,  con la presente desidero manifestare il nostro più profondo cordoglio per l’immane tragedia che ha colpito la Città di Genova.
In questa triste circostanza siamo vicini al dolore delle famiglie delle vittime.
Solo la Fede in Dio può aiutarci a superare una prova così difficile”.
I Templari si stringono intorno alla Città di Genova e ai famigliari delle vittime.

La Redazione

martedì 7 agosto 2018

Cerimonia di Consacrazione nell’Abbazia dei SS. Pietro e Paolo a Ferrania del V.E.O.S.P.S.S. - Pauperes Commilitones Christi Templique Salomonis


Nuova Cerimonia di Consacrazione in occasione dei 900 anni dell’Ordine.

Sabato 28 Luglio, nella splendida cornice dell’Abbazia dei SS. Pietro e Paolo di Ferrania, sede dell’Ordine, si è tenuta la Cerimonia di Consacrazione del V.E.O.S.P.S.S. - Pauperes Commilitones Christi Templique Salomonis.

La Cerimonia è iniziata con la lettura della prolusione da parte del Segretario Generale, Fra Alessio Rossi.
Il Gran Priore, Fra Riccardo Bonsi, ha poi  recitato il Padre Nostro in aramaico e l’Abate Generale, Fra don Massimo Iglina, ha celebrato il rito di benedizione della spada.
La Cerimonia è entrata nel vivo con la nomina a Cavaliere di Gran Croce di Fra Valter da Montecarlo ed è poi proseguita con la nomina a Cavaliere Servente di Fra Francesco da Foligno e Fra Omar da Cesena.
L’Abate Generale ha poi officiato la Santa Messa solenne, al termine della quale la Cerimonia è proseguita con la nomina a Postulante di Fra Luca da Leno e Sorella Donatella da Cesena e la nomina a Scudiero di Fra Raffaele da Torino.
Dopo una breve pausa, la Cerimonia è proseguita con la consacrazione di un nuovo dignitario, Fra Gianni da Ventimiglia, a Cavaliere Ufficiale, e la nomina a Console Generale - Balivo per l’Italia di Fra Gianni da Sanremo.
Al termine delle nomine e delle consacrazioni, l’Abate Generale ha conferito la medaglia della Madonna miracolosa di Rue du Bac a Parigi, a tre nuovi membri, recitando l’antico rituale.
Al termine della Cerimonia, gli ospiti si sono ritrovati nel salone dell’Abbazia dove si è tenuta una meravigliosa cena templare, con i cibi cucinati secondo lo stile del 1200 dai Cavalieri del Tempio.
Ancora una giornata all’insegna della spiritualità e del divertimento.

La Redazione






































sabato 2 giugno 2018

Nuove nomine nel Gran Consiglio dei Templari del V.E.O.S.P.S.S.

Si tratta di Fra Antonio Awana Gana Costantini Picardi e di Fra Richard Tirole.

Sabato 19 maggio 2018, il Gran Consiglio del V.E.O.S.P.S.S. - Pauperes Commilitones Christi Templique Salomonis, l’Ordine dei gloriosi Templari, che quest’anno festeggia i 900 anni di fondazione (l'Ordine fu fondato nel 1118) ha deliberato le nomine di due nuovi membri, portando il numero dei Consiglieri da cinque a sette.
Si tratta di Fra Antonio Awana Gana Costantini Picardi, residente a Montecarlo, e del francese Fra Richard Tirole, residente anch’egli nel Principato di Monaco.
Fra Antonio Awana Gana Costantini Picardi, storica voce di RadioMontecarlo, presentatore televisivo (Discoring, Domenica In, ecc.), showman e chansonnier di fama internazionale, ricopre nell’Ordine dal 2014 il ruolo di Ambasciatore at Large.
Fra Richard Tirole, francese di scuola gesuita, ricopre nell’Ordine, anch'egli dal 2014, il ruolo di Priore di Francia.
I due nuovi Consiglieri si aggiungono agli altri cinque componenti del Gran Consiglio, ossia al Gran Priore, Fra Riccardo Bonsi, al Gran Priore Vicario, Fra Sandro Vinciguerra, al Segretario Generale, Fra Alessio Rossi, al Gran Cancelliere, Fra don Massimo Iglina, e al Tesoriere Generale, Fra Antonio Cao.
Formulo ai due nuovi membri del Gran Consiglio i migliori auspici per fervidi successi in seno all’Ordine”, dice il Gran Priore, Fra Riccardo Bonsi, “Sono Sicuro che Fra Antonio e Fra Richard daranno il loro prezioso contributo e daranno ancora più autorevolezza al Gran Consiglio dell’Ordine, in quanto si tratta di due Fratelli di grande spessore intellettuale e spirituale”.
Sono veramente felice di questa scelta”, commenta il Segretario Generale, Fra Alessio Rossi, “che dimostra la sempre maggiore internazionalizzazione dell’Ordine”.
Ai due nuovi membri del Gran Consiglio le più sincere felicitazioni.

La Redazione




domenica 11 marzo 2018

I Templari alla Celebrazione Solenne di Ingresso di Mons. Luigi Testore nella Diocesi di Acqui Terme

Domenica 11 marzo si è tenuta la Cerimonia d'insediamento del nuovo Vescovo di Acqui Terme. Presenti anche la delegazione del V.E.O.S.P.S.S.

Domenica 11 marzo, alle ore 15.30, Mons. Luigi Testore ha fatto il suo ingresso ufficiale nella Cattedrale di Santa Maria Assunta di Acqui Terme come nuovo Vescovo della Diocesi.
Il V.E.O.S.P.S.S. - Pauperes Commilitones Christi Templique Salomonis era presente alla Cerimonia ed alla santa Messa con una nutrita delegazione guidata dal Segretario Generale, Fra Alessio Rossi.
Mons. Luigi Testore è nato a Costigliole d'Asti il 30 aprile 1952. 
Trasferitosi a Saronno e conseguita la maturità scientifica, è entrato nel seminario di Milano, dove ha conseguito il baccalaureato in teologia.
È stato ordinato presbitero l'11 giugno 1977 nella cattedrale di Milano dal Cardinale Giovanni Colombo, Arcivescovo metropolita di Milano.
Mons. Testore, prelato d'onore di Sua Santità, ha ricoperto vari incarichi: insegnante di lingue nel Seminario minore di Seveso dal 1977 al 1980; segretario particolare del Card. Carlo Maria Martini dal 1980 al 1986; vice-direttore dell’Ufficio amministrativo dal 1986 al 1988; responsabile dell’Ufficio contabilità unificata dal 1988 al 1995; direttore dell’Ufficio amministrativo dal 1990 al 1995; economo diocesano dal 1995 al 2012; vicario episcopale di Settore dal 1995 al 2012; presidente della Caritas Ambrosiana dal 2005 al 2013; Parroco di San Marco in Milano dal 2012 al 2016; responsabile della comunità pastorale “Beato Paolo VI” dal 2017 ad oggi.
Il 19 gennaio 2018 papa Francesco lo ha nominato Vescovo di Acqui; ha ricevuto l'ordinazione episcopale il 24 febbraio dello stesso anno nella basilica di Sant'Ambrogio a Milano, da Mons. Mario Delpini, Arcivescovo metropolita di Milano, assistito da Mons. Carlo Roberto Maria Redaelli, Arcivescovo metropolita di Gorizia e amministratore apostolico di Acqui, e Mons. Erminio De Scalzi, Vescovo ausiliare di Milano.
Al termine della Cerimonia, magistralmente organizzata e diretta dal Cerimoniere della Diocesi e Abate Generale dell'Ordine, Fra Don Massimo Iglina, il Segretario Generale, Fra Alessio Rossi, e l'Ambasciatore at Large dell'Ordine, Fra Antonio Awana Gana Costantini Picardi, si sono intrattenuti cordialmente con il nuovo Vescovo.

La Redazione












giovedì 1 marzo 2018

Aperto ufficialmente il giubileo per i 900 anni dell'Ordine dei Templari (1118-2018)

Con una Cerimonia toccante e altamente spirituale, il Gran Priore ha aperto il giubileo nell'Abbazia dei SS. Pietro e Paolo di Ferrania.

"Aperite mihi portas iustitiae": con questa frase il Gran Priore del V.E.O.S.P.S.S. - Pauperes Commilitones Christi Templique Salomonis, Fra Riccardo Bonsi, bussando tre volte al portone dell'Abbazia dei SS. Pietro e Paolo di Ferrania, sede generale dell'Ordine, ha ufficialmente aperto il giubileo per i 900 anni dell'Ordine dei Templari.
Ad aprire il portone al Gran Priore ed agli altri membri del Gran Consiglio, l'Abate Generale e Gran Cancelliere dell'Ordine.
Una volta raggiunta la postazione all'interno dell'Abbazia, il Gran Priore ha proseguito dicendo: "Io, Fra Riccardo Bonsi, Gran Priore del Venerabilis Equester Ordo Sacri Principatus Sancti Sepulchri - Pauperes Commilitones Christi Templique Salomonis Dichiaro ufficialmente aperto il Giubileo per i 900 anni del nostro glorioso Ordine. Non Nobis Domine, Non Nobis, Sed Nomini Tuo Da Gloriam".
Dopo la Cerimonia d'apertura, il Gran Priore ha mostrato ai presenti la copia della famosa "pergamena di Chinon", che raffigura il verbale del processo ai templari del 1308 con la piena assoluzione dell'Ordine del Tempio.
Il Gran Priore, assistito dal Segretario Generale, Fra Alessio Rossi, dal Gran Cerimoniere, Sorella Myriam Ferretti, dall'Abate Generale, Fra Don Massimo Iglina, e dal Cappellano Generale, S.B. Mons. Basilio III, ha poi dato inizio alla Cerimonia di Consacrazione con la nomina a Cavaliere ad Honorem del Fratello Valter P. da Montecarlo.
Durante al prima parte della Cerimonia, il Gran Priore ha nominato Cavaliere Servente il Fratello David V. da Orco Feglino, Postulanti i Fratelli Jean-Luc B. da Cogolin e Matteo B. da Sanremo e Ancella la Sorella Cristina G. da Sanremo.
Terminata la prima parte della Cerimonia, l'Abate Generale, assistito dai diaconi e dal coro, ha officiato la Santa Messa cantata in Rito Romano antico, secondo le indicazioni del Santo Padre Benedetto XVI date nella lettera apostolica "Summorum Pontificum", emanata motu proprio il 7 luglio 2007.
Al termine della Santa Messa, il Gran Priore ha ripreso la Cerimonia di Consacrazione con la Consacrazione di quattro Cavalieri, Fra Massimo G. da Cesena, Fra Marco G. da Roquebrune, Fra Davide S. da Bernareggio e Fra Marzio V. da Genova.
Ancora, il Gran Priore ha elevato al rango di Cavaliere Grand'Ufficiale Fra Richard Tirole, Priore di Francia.
Al termine delle Consacrazioni, il Gran Priore ha consegnato il diploma ad un nuovo membro del Servizio Assistenza Civile - S.A.C., Fra Gian Marco T. da Foligno.
Infine, il Gran Priore ha ricevuto in dono da Alberto Podestà, industrial designer genovese di fama internazionale, una tavola lignea raffigurante un disegno di San Bernardo.
Il Gran Priore ha poi insignito il designer genovese del Diploma Honoris Causa.
La giornata è terminata con una cena fraterna nella Grangia "La Braia" di Cairo Montenotte.

La Redazione