Non Nobis Domine, Non Nobis, Sed Nomini Tuo Da Gloriam

Non Nobis Domine, Non Nobis, Sed Nomini Tuo Da Gloriam

giovedì 25 luglio 2019

Cerimonia di Consacrazione e cena medievale nel complesso dell'Abbazia di Ferrania sabato 20 luglio: spiritualità intensa e grande allegria

Sabato 20 luglio due momenti eccezionali, la Cerimonia di Consacrazione e la cena medievale.

Sabato 20 luglio il complesso dell'Abbazia di Ferrania si è vestito a festa, una duplice festa, spirituale e giocosa.
Infatti, alle ore 15.00 è iniziata la Cerimonia di Consacrazione nell'Abbazia del V.E.O.S.P.S.S. - Pauperes Commilitones Christi Templique Salomonis.
Presente alla giornata una rappresentanza dell' OSMTHO composta dal Gran Priore Fra Marco Barbetti e il Gran Maniscalco Fra Stefano Ferretti.
Durante la Cerimonia sono stati Consacrati il francese Fra Jean-Luc a Scudiero, la cesenate Sorella Donatella ad Ancella ed il monegasco Fra Valter a Cavaliere.
Tre momenti di grande intensità spirituale ai quali ha fatto seguito la Cerimonia di Consacrazione alla Madonna Miracolosa di un membro dell'Ordine.
Al termine della Cerimonia l'Abate Generale, Fra Don Massimo Iglina (che insieme al Gran Priore, Fra Riccardo Bonsi, al Segretario Generale, Fra Antonio Awana Gana Costantini Picardi, ed al Gran Cerimoniere, Sorella Myriam Ferretti, ha diretto la Consacrazione), ha celebrato la Santa Messa.
Particolare commozione hanno destato gli applausi dei presenti a Fra Antonio Awana Gana per la sua prima Cerimonia ufficiale nelle vesti di Segretario Generale.
Al termine della Santa Messa, i Templari si sono nuovamente riuniti nell'Abbazia per il rituale Capitolo.
Nella serata i membri dell'Ordine si sono spostati nella piazza per partecipare alla cena medievale, magistralmente organizzata dall'Abate Generale.
Lo spettacolo proposto ha riportato i commensali indietro nel tempo: musiche medievali, duelli, dimostrazioni di falconeria sono stati accompagnati da una cena in perfetto stile medievale.
Durante la serata medievale il Gran Priore, su richiesta dell'Abate Generale, ha nominato motu proprio Cavaliere ad Honorem Fra Massimo Gazzano, leader della Compagnia d'Arme La Fenice del Vasto.
Una giornata indimenticabile.

La Redazione


























lunedì 17 giugno 2019

Rolex Giraglia Cup 2019, i Templari premiati con Ange Transparent II di Fra Valter Pizzoli


Grande piazzamento nella classe ORC A.

Fra Valter Pizzoli, con Ange Transparent II, ottiene un incredibile secondo piazzamento generale nella 67° Rolex Giraglia Cup 2019 classe ORC A Inshore Races.
Inoltre, Ange Transaparent II è stata premiata come miglior piazzamento nella combinata delle tre prove.
La barca dei Templari, uno swan 45, ha dunque ottenuto un altro prestigioso risultato.
La Rolex Giraglia Cup fu ideata nel dicembre 1952 da Beppe Croce, Presidente dello Yacht Club Italiano, René Levainville, Presidente dello Yacht Club de France, e Franco Gavagnin.
La prima Giraglia Cup si tenne nel 1953 con ventidue imbarcazioni partecipanti.
Il numero dei partecipanti è aumentato costantemente e nel 1997 l’evento ha cambiato nome diventando Rolex Giraglia Cup.
Oggi la Rolex Giraglia Cup attira centinaia d’imbarcazioni di tutti i tipi e velisti sia amatoriali sia professionisti da tutto il mondo.
Seria competizione in mare, la Giraglia è resa ancor più piacevole grazie agli straordinari eventi offerti a terra dagli sponsor.
Quest'anno, la manifestazione si è tenuta dal 6 al 15 giugno.


La Redazione






mercoledì 12 giugno 2019

Le Grange dei Pauperes Commilitones Christi in Italia

Sono nove e sono dislocate in Piemonte, Liguria, Emilia Romagna e Veneto.

Le Grange in Italia dell'Ordine dei Templari Pauperes Commilitones Christi Templique Salomonis - V.E.O.S.P.S.S. - MCXVIII sono attualmente nove e sono dislocate in quattro Regioni, precisamente in Piemonte, Liguria, Emilia Romagna e Veneto.
Ma cosa sono esattamente le Grange dei Templari?
La Grangia è un  luogo di ritrovo estemporaneo dei Membri dell’Ordine.
Il responsabile della Grangia deve avere il grado di Converso o gradi superiori.
Nelle Grange si possono svolgere incontri anche conviviali, seminari e corsi di formazione, pur non essendo sedi fisse.
La Grangia porta il simbolo dell’Ordine con indicato il nome della Grangia.
In Piemonte, la Grangia dell'Ordine si trova a San Secondo di Pinerolo, in provincia di Torino, presso l' Hotel Villa Glicini; la Grangia è stata istituita nel 2015, nel mese di dicembre.
In Liguria troviamo ben quattro Grange.
La prima si trova a Sanremo, in provincia di Imperia, è stata istituita a gennaio 2015 e si trova presso il Grand Hotel & Des Anglais.
La seconda Grangia si trova a Coldirodi di Sanremo e si trova presso l'Istituto Padre Giovanni Semeria; la Grangia è stata istituita nel 2014, nel mese di dicembre.
La terza Grangia si trova a Seborga, sempre in provincia di Imperia, presso l'Agriturismo Monaci Templari ed è stata istituita a luglio 2016.
La quarta si trova a Cairo Montenotte, in provincia di Savona, presso la Trattoria La Braia; la Grangia è stata istituita nell'aprile 2017.
In Emilia Romagna troviamo la Grangia di Cesena, in provincia di Forlì-Cesena, situata in Via Celincordia.
Infine, in Veneto l'Ordine ha ben tre Grange, tutte situate in Venezia.
La prima Grangia si trova presso l'Hotel Luna Baglioni, situato in Venezia città; è stata istituita a dicembre 2014.
La seconda si trova presso l'Hotel La Meridiana, situato nel Lido di Venezia ed è stata inaugurata ad aprile 2015.
L'ultima Grangia, anche in ordine di tempo, si trova in Venezia città, presso il ristorante Antica Sacrestia, ed è stata istituita ad aprile 2019.

La Redazione

La Grangia dell'Hotel Villa Glicini - San Secondo di Pinerolo


La Grangia del Grand Hotel & Des Anglais - Sanremo

La Grangia dell'Istituto Padre Giovanni Semeria - Coldirodi di Sanremo

La Grangia dell'Agriturismo Monaci Templari - Seborga

La Grangia della Trattoria La Braia - Cairo Montenotte

La Grangia di Via Celincordia - Cesena

La Grangia dell'Hotel Luna Baglioni - Venezia

La Grangia dell'Hotel La Meridiana - Lido di Venezia

La Grangia del Ristorante Antica Sacrestia - Venezia





domenica 9 giugno 2019

La scomunica "latae sententiae" (per i laici e i religiosi che hanno le idee confuse)

Sperando che tutti trovino il coraggio di uscire allo scoperto!

La scomunica è una pena canonica irrogata nelle Chiese cristiane, che implica l'esclusione di un suo membro dalla comunità dei fedeli a causa di gravi e ostinate infrazioni alla morale e/o alla dottrina riconosciuta.
La pena della scomunica è presente sia nella Chiesa cattolica, sia nelle Chiese evangeliche e ortodosse. 
Un istituto simile (lo ḥerem) è presente anche nella Chiesa ebraica.
Nell'ambito del diritto canonico cattolico, la scomunica è la più grave delle pene che possa essere comminata a un battezzato: lo esclude dalla comunione dei fedeli e lo priva di tutti i diritti e i benefici derivanti dall'appartenenza alla Chiesa, in particolare quello di amministrare e ricevere i sacramenti.
Oggi le scomuniche si definiscono “latæ sententiæ” se scaturiscono da un comportamento delittuoso in quanto tale e non è necessario che vengano esplicitamente irrogate da un ente ecclesiastico: chi compie un certo atto si trova a essere scomunicato automaticamente. 
Si definiscono invece “ferendæ sententiæ” le scomuniche che non sono automatiche, ma devono essere inflitte da un organismo ecclesiale.
Le scomuniche sono disciplinate dal Codice di diritto canonico ai canoni 1331 e 1364-1398.
Esistono anche le scomuniche "riservate": infatti in genere una scomunica può essere tolta dal sacerdote durante una normale confessione; se però la scomunica è riservata al vescovo, può essere tolta solo da un vescovo o da un suo delegato; se è riservata alla Santa Sede, può essere tolta solo ricorrendo a essa (attraverso il competente ufficio della Curia romana, cioè la Penitenzieria apostolica). 
Veniamo ora alle scomuniche “latae sententiae”.
Le scomuniche “latae sententiae” si dividono in “scomuniche riservate alla Santa Sede” e “scomuniche non riservate alla Santa Sede”-
Viene scomunicato ipso facto e deve ricorrere alla Santa Sede:
1. Chiunque profana le specie consacrate (ostie) dell'Eucaristia, oppure le asporta dalla riserva eucaristica (Tabernacolo) o le conserva a scopo sacrilego (can. 1367), può essere anche assolto da un normale sacerdote, su delegazione dell'ordinario del luogo. 
2. Chiunque usa violenza fisica contro il Papa (can. 1370 §1).
3. Il sacerdote che in confessione assolve il proprio complice nel peccato contro il sesto dei dieci comandamenti. (can. 1378) (non commettere atti impuri). 
Questa assoluzione, inoltre, è anche invalida (can. 977).
4. Il vescovo che consacra un altro vescovo senza mandato pontificio e lo stesso vescovo appena consacrato (can. 1382).
5. Il sacerdote che viola direttamente il sigillo sacramentale della confessione, cioè rende pubblica l'identità di un fedele e i suoi peccati (can. 1388).
6. Colui che ha attentato il conferimento dell'ordine sacro a una donna e la donna che avrà attentato di ricevere il sacro ordine.
Viene invece scomunicato automaticamente, senza doversi rivolgere alla Santa Sede:
1. Chi ricorre all'aborto ottenendo l'effetto voluto e chi procura tale aborto (can. 1398); la remissione di questa scomunica è stata riservata al vescovo, il quale può decidere se e quali sacerdoti hanno l'autorizzazione per rimetterla; dal 20 novembre 2016, Papa Francesco ha dato la facoltà di assolvere tale peccato a tutti i sacerdoti.
2. Chi è responsabile di apostasia, eresia e scisma (can. 1364 §1).
3. Chi appartiene a logge massoniche: nel 1983, vengono pubblicati dalla Congregazione per la Dottrina della Fede il nuovo codice di diritto canonico e, il 26 novembre, la Dichiarazione sulla massoneria, l'ultimo documento vaticano in merito, firmato dall'allora prefetto Card. Joseph Ratzinger (futuro papa Benedetto XVI) e approvato da Papa Giovanni Paolo II.
Il documento ribadisce la condanna e la diffida relativa all'appartenenza, venendo così a costituire interpretatio authentica del canone 1374.
Anche la simonia o altri accordi condizionanti l'elezione del Papa nel conclave, come stabilito dalla costituzione apostolica “Universi dominici gregis” (promulgata da papa Giovanni Paolo II il 22 febbraio 1996), fanno incorrere nella scomunica “latæ sententiæ”.

Bene, a questo punto sorge spontanea una domanda: Caro Pontefice e la pedofilia?
Aspettiamo fiduciosi un atto di coerenza e coraggio e, quindi, una scomunica “latae sententiae” per i pedofili.
Altrimenti ci sentiamo tutti privati dell’autentica parola di Cristo e traditi da chi dovrebbe esserne il custode.
Speriamo anche che i vari Religiosi cattolici “sani” trovino il coraggio di uscire allo scoperto e chiedano, uniti, al Papa di fare, finalmente, solo e semplicemente il Papa.
E che la giustizia ordinaria faccia il suo corso.

Il Gran Priore e il Gran Consiglio dei
Pauperes Commilitones Christi Templique Salomonis - V.E.O.S.P.S.S. - MCXVIII
segreteriagenerale@veospss.it

La Redazione

lunedì 27 maggio 2019

Grande successo dei Templari alla Festa del Mare di Sanremo

La manifestazione ha visto una grande partecipazione di pubblico ed un incredibile successo dei Templari.

La "Festa del Mare - Vela e Sapori" di Sanremo, organizzata dallo Yacht Club sanremese si è conclusa con un grande successo di pubblico.
Sabato 25 il folto pubblico presente ha potuto ascoltare, alle ore 17.00, l'interessante conferenza del Gran Priore dei Pauperes Commilitones Christi Templique Salomonis, Fra Riccardo Bonsi, dal titolo "La Flotta dei Templari - Excursus storico dalle origini ai nostri giorni".
Particolare interesse ha destato la spiegazione della odierna barca dei Templari, una barca a vela da gara, denominata"Ange Transparent II", di proprietà dell'armatore Valter Pizzoli, Cavaliere templare.
L'imbarcazione, uno Swan 45 a vela, lungo 45 piedi (pari a 13,71 metri), reca sulla vela dell'albero maestro la croce rossa patente templare.
La giornata è proseguita con la premiazione dei giovani allievi velisti.
Al termine delle premiazioni, il Gran Priore dell'Ordine, unitamente al VIce Gran Priore, Fra Sandro Vinciguerra, al Segretario Generale, Fra Antonio Awana Gana Costantini Picardi, ed al Tesoriere Generale, Fra Antonio Cao, ha fatto dono al Presidente dello Yacht Club, Giuseppe Zaoli, del testo della conferenza, di una litografia della città di Sanremo e della croce rossa patente dell'Ordine in vetro di Murano.
La giornata è proseguita con l'aperitivo offerto dallo Yacht Club, mentre la serata si è conclusa con una cena fraterna dei membri dell'Ordine e di alcuni soci dello Yacht Club nel ristorante del club.

La Redazione










giovedì 2 maggio 2019

Fra Antonio Awana Gana Costantini Picardi è il nuovo Segretario Generale del V.E.O.S.P.S.S.

Sostituisce il dimissionario Alessio Rossi.


Fra Antonio Awana Gana Costantini Picardi, il famoso speaker di Radio Montecarlo, è il nuovo Segretario Generale del V.E.O.S.P.S.S. - Pauperes Commilitones Christi Templique Salomonis.
In data 2 maggio 2019, il Gran Consiglio, riunito in sessione plenaria, ha deliberato, con voto unanime, la nomina a Segretario Generale.
Il nuovo Segretario Generale resterà in carica sino alla naturale scadenza del Gran Consiglio, ossia sino al 2021, come previsto dalla Regola dell'Ordine.
Fra Antonio Awana Gana sostituisce il dimissionario Alessio Rossi.
Al neo eletto Segretario Generale vanno i più vivi complimenti di tutta la Redazione.

La Redazione

martedì 16 aprile 2019

A Venezia i Templari raddoppiano: l'Hotel Luna Baglioni diventa Grangia dell'Ordine

Lunedì 15 aprile consegnate ufficialmente le credenziali al Direttore dell'Hotel Gianmatteo Zampieri.

Il V.E.O.S.P.S.S. - Pauperes Commilitones Christi Templique Salomonis raddoppia a Venezia con l'istituzione di una seconda prestigiosa Grangia.
Si tratta del lussuoso Hotel Luna Baglioni, situato in San Marco 1243.
La consegna delle credenziali ufficiali è avvenuta lunedì 15 aprile 2019: l'Ambasciatore at Large dell'Ordine, Fra Antonio Awana Gana Costantini Picardi, ha consegnato i documenti al Direttore dell'Hotel, Gianmatteo Zampieri, che per l'occasione è stato nominato Converso dell'Ordine.
Nella Grangia si tengono corsi, conferenze, eventi e manifestazioni, tutti organizzati o patrocinati dall'Ordine. 
La Grangia è anche luogo di incontri conviviali del Membri dell'Ordine.
Lo storico palazzo dell'Hotel Luna Baglioni racchiude al suo interno una vera galleria d’arte.